Moda
Burberry [r]EVOLUTION

Una Collezione senza riferimenti stagionali, uomo e donna insieme, per la prima volta nella storia della moda subito acquistabile online e nei negozi Burberry

È una collezione rivoluzionaria per almeno tre motivi: ieri sera alle 20.30 ora italiana (le 19.30 di Londra) nella nuova splendida location Makers House e con un’intera orchestra dal vivo come colonna sonora, Burberry ha fatto sfilare uomini e donne insieme (e non solo alcuni look dell’uno o dell’altro), tutto live su Facebook, YouTube, WeChat e vari siti partner, soprattutto, rendendo tutti i capi acquistabili appena terminato lo show.

83 look e 250 pezzi che compongono quella che è stata chiamata “Collezione di Settembre”, con un titolo riferito al presente, e non come prassi a stagioni future. Una sfilata che si apre al mondo intero, “seasonless”, senza riferimenti temporali, e “straight-to-consumer”, immediatamente disponibile online e nei negozi Burberry.

― Una collezione rivoluzionaria per almeno tre motivi

Ed è un distillato di “inglesitudine”, quello che sfila sulla passerella, come da DNA del brand più brit che ci sia. Partendo dall’ispirazione, l’Orlando di Virginia Woolf, che porta con sé il profumo del tè sorseggiato in tranquilli interni londinesi e si racconta nei tessuti effetto tappezzeria, nei lavoratissimi trench stile Ammiraglio Nelson, nelle rouches e gorgiere elisabettiane (che ritroviamo anche nei ricercatissimi accessori che faranno impazzire le fashion addicted), nelle camicie e nei pantaloni effetto pigiama, tanto cari al pubblico di casa. Le linee sono prevalentemente oversize, ma con imprevisti pantaloni skinny che richiamano, di nuovo, uno dei periodi d’oro della swinging London.

È una moda multistrato, multistile, con abbinamenti che sorprendono, a prima vista, ma che poi lasciano incantati di fronte alla grazia leggera della loro armonia, apparentemente così rilassata e priva di costruzione, ma frutto di un’attentissima ricerca che affonda le radici nell’essenza di un brand e di un paese che ha saputo sempre unire gli opposti e trasformarli in qualcosa di unico.

L’eccentricità inglese si unisce alla sartorialità e a un nuovo gusto che abbina elementi apparentemente opposti, maschili e femminili, passati e presenti, formali ed informali, alla ricerca di una modernissima, raffinata eleganza. Effortless, nella sua ricercatezza.

Ennesima interessante novità, la location dello show: Makers House resterà aperta per una settimana, con mostre e attività a ingresso gratuito, presentazioni delle collezioni, letture teatrali, lezioni di storia della moda, arti applicate e ogni tipo di riferimenti che illustrino e argomentino il mood della sfilata.

Guarda qui la gallery completa dei look.

Alessandro Di Giacomo / Valentina Monti
20/9/2016