Cultura
LE 10 BARBE PIÙ FAMOSE DELLA STORIA

Da Marx a Tom Selleck, un menù da cui scegliere il proprio look preferito

La conosciutissima barbieressa parigina Sarah, di cui vi avevamo già parlato in questo articolo, ha messo insieme una carrellata di barbe e baffi tra i più celebri della storia. Per dare ispirazione ai clienti e per ricordare volti resi famosi dalle particolari acconciature facciali. Il ritorno alla grande del barbering offre agli uomini l’occasione di divertirsi e coccolarsi. Non resta che scegliere.

Tom Selleck: a spazzola
Stile deciso, adatto a scorazzare in Ferrari alle Hawaii. Intramontabile Magnum P.I.

Charlie Chaplin: lo spazzolino
Forma di baffi resa celebre soprattutto da Adolf Hitler. Chaplin sfrutta la somiglianza nel Grande Dittatore: l’arte che sconfigge i mostri.

Karl Marx: barba completa
Incubo e Sogno per milioni di persone. Monolitico come il suo Capitale.

Lenin: baffo e pizzetto
Eterni, si può ancora ammirarli, dal vivo, nel mausoleo dedicato al padre dell’URSS.

Lincoln: collare
Uno dei tagli forse più retrò e difficili da portare. A meno che non si voglia passare per IL Presidente.

Clark Gable: a matita
Hanno fatto impazzire generazioni di romantiche. Il fascino dell’eleganza.

Dalì: alla Dalì
Non c’è altro termine per designarli. Solo lui poteva. Surreali.

Elvis: i Favoriti
Chiamati affettuosamente basettoni, sono un concentrato di virilità e rock’a’billy.

Vercingetorige: alla barbara
Esprimono forza e risolutezza, sono in grado di incutere timore. Peccato che a Vercingetorige questo non sia bastato.

Napoleone III: all’imperiale
Grande classico di metà ‘800, tornano di moda in questi ultimi tempi. Il rischio, però, è che vengano identificati con un’epoca troppo precisa.

Federico Flamminio
17/3/2016