Cultura
Patty Pravo festeggia 50 anni di carriera

A tutto volume. 110 milioni di dischi venduti. La seconda artista italiana per vendite dopo Mina

Nicoletta Strambelli (Venezia 9 aprile 1948), in arte Patty Pravo da un verso della Divina Commedia (Inferno: “Guai a voi anime prave”), «Patty, invece, era un nome molto ricorrente in quel periodo e suonava bene con Pravo» (dal suo sito ufficiale).

110 milioni di dischi venduti (149 pubblicati in Italia, 85 nel mondo). La seconda artista italiana per vendite dopo Mina. Ad aprile compirà 68 anni, «La prima vera rock star italiana» (Rolling Stones) festeggerà in questo 2016 anche 50 di carriera, mezzo secolo da quell’autunno del 1966, quando a 18 anni cantò Ragazzo Triste, ospite nel programma tv Scala Reale.

In questi giorni la rivedremo al Festival di Sanremo per la nona volta, in gara con il singolo Cieli Immensi, il nuovo disco in uscita il 12 febbraio invece si intitola Eccomi, «perché lo avevo annunciato già due o tre volte, senza poi pubblicarlo. Così, quando l’abbiamo chiuso, mi è sembrato bello dire: “Ok, eccomi, ci sono”» (a Io Donna). Un album pieno di importanti collaborazioni: Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Tiziano Ferro, Emis Killa, Samuel Romano dei Subsonica, Gianna Nannini.

Quattro mariti (Angus Faggetter, batterista; Franco Baldieri, stilista; Jack Johnson, chitarrista; Paul Martines, bassista), nessun figlio, Patty Pravo sulla copertina dell’album presenta un look lungo biondo platino con onde morbide e scalature sul volto. Vedremo mercoledì sera come salirà sul palco dell’Ariston, «Prima di cantare, ovunque sono, attacco il chewing-gum all’asta del microfono, è un rito. Deve stare attaccata. Sennò porta sfiga. Sono decenni che lo faccio: da quando negli anni Settanta ho iniziato a fare rock&roll di brutto».